ASIAN STUDIES GROUP

giovedì 21 giugno 2007

A threat to Olimpic Games: nuclear attack's fear and Beijing security response


It's less than a year to the Beijing Olimpic Games beginnig and chinese government until today has not declared anything on security mesures about terrorist attacks. But yesterday by xinhua agency the government revealed to international community to have always allowed for nuclear attack or other terrorist criminality act and have prepared security equipments. Last week taked place several security drills and policy exercitations. Beijing said that it's very important for chinese admnistration guarantee the safety for all athlets and games international public, but in its security project the government is going to spend less then other Olpimpic Games editions. Follows a part of my recent analysis published on Corriere Asia

Olimpiadi: Pechino risponde all'allarme d'attacco terroristico


PECHINO: Un attacco nucleare, un attentato terroristico. Sono gli allarmanti presagi che Pechino prende in considerazione quali possibili e spiacevoli colpi di scena nelle prossime olimpiadi del 2008.

Un'eventualità che il governo cinese, sotto i riflettori del mondo intero per l'evento sportivo di portata storica e dall'alto significato politico, non vuole sottovalutare, e, soprattutto a cui non sembra volersi dimostrare impreparato.

Zhang Shulan, vicedirettore della national medical agency sembra rispondere con sicurezza alla provocazione lanciata ieri dall'agenzia stampa cinese Xinhua nell'ipotesi di un attacco terroristico nucleare su Pechino durante le prossime Olimpiadi. "Abbiamo previsto un comparto speciale per le vittime colpite da attacco radioattivo" spiega Zhang Shulan. Gli fanno eco alcuni rappresentanti dell'amministrazione della minucipalità di Pechino che spiegano alla stampa cinese e internazionale come già dal prossimo mese verranno attuate una serie di simulazioni di vario livello per testare la preparazione della macchina organizzativa di soccorso cinese, nonché la validità delle infrastrutture chiamate in causa. Esercitazioni, quelle programmate per la salvaguardia dell'evento da attacco terroristico, che non si terranno solo preventivamente, ma che "seguiranno periodicamente e in maniera sempre più intensa fino all'inizio dei giochi, compresi i primi giorni di Olimpiadi" rassicura Shan Qingsheng, dell'emercency response office di Pechino.

Ma l'amministrazione pubblica non sembra allarmata solo dalla possibilità di attacchi terroristici nucleari, ma anche da veri e propri atti di criminalità organizzata con sfondo terroristico che potrebbero coinvolgere pubblico o atleti. Ecco allora che proprio ieri scorso si è tenuta un'esercitazione militare che ha coinvolto diverse squadre di polizia ed esercito simulando un rapimento di venti atleti rinchiusi in un palazzo sotto sequestro terroristico.

Puoi legger l'articolo intero gratuitamente al seguente link su Corriere Asia You can read intire article for free on following link on Corriere Asia
http://www.corriereasia.com/_var/news/DVNHGGN-EMDDYCM-EZB.shtml



1 commento:

Rodrigo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.